Sostenibilità

Anche nel 2024, UN Tourism è alla ricerca dei migliori borghi turistici del mondo

L'iniziativa internazionale «Best Tourism Villages», lanciata nel 2021 dall’Organizzazione mondiale del turismo UN Tourism (ex UNWTO World Tourism Organization), si appresta a celebrare la sua quarta edizione: UN Tourism è così nuovamente alla ricerca di borghi nelle aree rurali di tutto il mondo che promuovano lo sviluppo del turismo in armonia con la sostenibilità attraverso approcci innovativi e trasformativi. I borghi svizzeri candidati possono presentare la loro domanda di preselezione entro il 14 aprile 2024. In quanto Stato membro di UN Tourism, la Svizzera può presentare al concorso un totale di otto villaggi.

Blick auf die Dorfkirche und das Dorf Soglio

L’iniziativa dell’UN Tourism premia i borghi che, all’insegna dello sviluppo sostenibile, adottano un approccio turistico innovativo e trasformativo nelle aree rurali.

Trasformare il turismo in un motore del cambiamento, dello sviluppo rurale e del benessere della comunità: con questa visione l’iniziativa «Best Tourism Villages» mira a massimizzare il contributo del settore per ridurre le disparità regionali e contrastare l’esodo rurale. L’iniziativa vuole inoltre promuovere il ruolo del turismo nella valorizzazione e nella tutela degli insediamenti rurali e dei paesaggi, dei sistemi di saperi, della varietà biologica e culturale nonché dei valori e delle attività locali a essi connessi, compresa la gastronomia.

I tre pilastri dell’iniziativa

  • verified

    Il marchio «Best Tourism Villages by UN Tourism»

    Questo riconoscimento viene conferito ai borghi che rappresentano modelli di eccellenza in quanto destinazioni turistiche rurali che dispongono di beni culturali e naturali riconosciuti, che tutelano e promuovono i valori, i prodotti e gli stili di vita rurali e comunitari e si impegnano a favore dell’innovazione e della sostenibilità in tutti i suoi aspetti (economico, sociale ed ecologico).

  • tips_and_updates

    Il «Best Tourism Villages by UN Tourism Upgrade Programme»

    Il programma va a vantaggio dei borghi che non soddisfano pienamente i criteri per ottenere il marchio. Questi borghi ricevono il sostegno dell'UN Tourism e dei suoi partner per migliorare gli elementi negli ambiti in cui sono emerse lacune durante il processo di valutazione.

  • hub

    Il «Best Tourism Villages by UN Tourism Network»

    La rete fornisce uno spazio per lo scambio di esperienze e buone pratiche, conoscenze e opportunità. Comprende rappresentanti dei borghi premiati con il marchio «Best Tourism Village by UN Tourism», dei borghi che partecipano al programma di upgrade oltre che esperti e partner del settore pubblico e privato impegnati nella promozione del turismo per lo sviluppo rurale.

«Best Tourism Villages» 2022 Morat e Andermatt. Immagini: Nicole Schafer photo & film, Svizzera Turismo/Valentin Luthiger
«Best Tourism Villages» 2022 Morat e Andermatt. Immagini: Nicole Schafer photo & film, Svizzera Turismo/Valentin Luthiger

Requisiti per la candidatura

In base alla definizione dell'UN Tourism di turismo rurale, un borgo deve soddisfare i seguenti criteri per candidarsi

  • avere una densità demografica ridotta e al massimo 15 000 abitanti;

  • trovarsi in un’area in cui sono fortemente rappresentate attività tradizionali come l’agricoltura, la silvicoltura, l’allevamento o la pesca;

  • condividere i valori e lo stile di vita della comunità.

Valore aggiunto per i villaggi vincitori

I borghi vincitori beneficeranno di campagne mediatiche a livello mondiale promosse dell’Organizzazione Mondiale del Turismo. Questo riconoscimento conferisce alle destinazioni maggior visibilità, offrendo loro un posizionamento adeguato. I borghi avranno inoltre accesso a una rete internazionale per lo scambio di esperienze, per il trasferimento di conoscenze e per ulteriori opportunità di formazione.

Termine di candidatura e calendario 2024

Termine di candidatura

14 aprile 2024 (ore 23:59)

Selezione dei candidati svizzeri

(decisione della giuria e comunicazione ai borghi partecipanti)

23 aprile 2024

Presentazione degli dossier all'UN Tourism

24 aprile 2024

Annuncio dei Best Tourism Villages 2024

autunno 2024

I dossier vengono esaminati da una giuria composta da rappresentanti della Segreteria di Stato dell'economia (SECO), di Svizzera Turismo (ST) e della Federazione svizzera del turismo (FST). I candidati vengono scelti congiuntamente.

Sulla decisione della giuria non viene tenuta alcuna corrispondenza.

Tutte le candidature vengono esaminate da un comitato indipendente dell'UN Tourism sulla base di una serie di indicatori riguardanti gli ambiti seguenti:

  • risorse culturali e naturali

  • promozione e conservazione delle risorse culturali

  • sostenibilità economica

  • sostenibilità sociale

  • sostenibilità ecologica

  • potenziale turistico, sviluppo e integrazione della catena di valore

  • governance e definizione delle priorità nel turismo

  • infrastruttura e connettività

  • salute, sicurezza e protezione

Candidatura

Si prega di leggere attentamente i seguenti documenti prima di presentare la candidatura:

I seguenti file vanno presentati completi in lingua inglese entro il 14 aprile 2024 (ore 23:59). Si prega di attenersi alle prescrizioni di formato e di limite di grandezza tra parentesi; verranno considerati solo i file che rispettano queste indicazioni.

  • breve video nel quale si spiega perché il proprio borgo dovrebbe essere nominato Best Tourism Village (formato MP4, max. 2 min, max. 30MB)

  • presentazione in base al modello (formato PDF, max. 12 slide, max. 20MB)

  • questionario Candidacy Document (formato PDF, max. 20MB)

  • file supplementari (facoltativi, max. 10 foto da 20MB in formato jpg; max. 3 video da 30MB in formato MP4; max. 3 link a video, per es. a Youtube, vimeo), includendo le informazioni sul copyright delle foto inviate in questo documento

Indirizzo e-mail a cui inviare i file: [email protected]. Le candidature presentate dopo il 14 aprile 2024 non verranno considerate.

  • co_present

    Webinar di UN Tourism

    Webinar di UN Tourism sul processo di candidatura del Best Tourism Village (in inglese)

    Al webinar

I «Migliori borghi turistici» della Svizzera

Sette borghi svizzeri sono già stati riconosciuti dall'UN Tourism. I borghi, distribuiti su un totale di sei cantoni e tre regioni linguistiche, rappresentano il modello di diversità della Svizzera.

  • Schneebedecktes Dorf Andermatt in der Nacht.

    Andermatt, UR

    Nel 2005, Samih Sawiris ha visitato per la prima volta Andermatt, un villaggio di montagna che si trovava in una situazione economica difficile dopo il ritiro dell'esercito, riconoscendo il potenziale non sfruttato della valle e condividendo la sua visione con la popolazione locale. Da allora sono successe molte cose.

    Andermatt Swiss Alps si concentra sulla costruzione, sulla vendita e sulla gestione di condomini e hotel ad Andermatt Reuss. Il gruppo comprende un campo da golf, gli hotel Radisson Blu Hotel Reussen e The Chedi Andermatt, Andermatt-Sedrun Sport AG con la SkiArena Andermatt-Sedrun, ristoranti di montagna e la Scuola svizzera di sport sulla neve. L'iniziativa «Andermatt Responsible», lanciata dall'azienda, ha l'obiettivo di realizzare operazioni turistiche rispettose delle risorse. Gli immobili sono costruiti secondo lo standard Minergie, utilizzano energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e dispongono di un sistema di teleriscaldamento a zero emissioni di CO2: il cippato con cui viene alimentato vanta un trasporto inferiore a 50 chilometri.

    Nel 2022, l'operatore leader delle stazioni sciistiche Vail Resorts, in collaborazione con Andermatt Swiss Alps, ha annunciato che investirà circa 149 milioni di franchi svizzeri in Andermatt-Sedrun Sport AG. L'intero importo sarà destinato all'ulteriore sviluppo della destinazione. Questi investimenti promuovono la visione di una destinazione turistica per tutto l'anno e lo sviluppo d’infrastrutture, offerte e prodotti, creando così anche opportunità di lavoro. Nell'ambito di questa strategia di destinazione è di prioritaria importanza una stretta collaborazione con il Comune.

    Immagine: ©Svizzera Turismo / Valentin Luthiger

    Per sapere più
  • Schloss Gruyère.

    Gruyères FR

    Il programma di digitalizzazione «Smart Destinations» dell'HES-SO di Sierre mira a sostenere le destinazioni turistiche piccole e rurali nel loro processo di digitalizzazione. L'organizzazione di gestione delle destinazioni (DMO) di Gruyères partecipa a questo progetto. Inoltre, La Gruyère Tourisme promuove lo sviluppo di offerte turistiche come i tour dei caseifici e le sistemazioni in bed and breakfast da parte degli agricoltori. Questo sostiene le imprese locali nel loro marketing nazionale e internazionale attraverso la DMO. I ristoranti della Gruyères si concentrano costantemente sui prodotti locali, la maggior parte dei quali è prodotta all'interno del comune. Questi prodotti sono conformi a rigorose linee guida di sostenibilità, in particolare i prodotti certificati DOP.

    Per sapere più
  • Dorf Morcote und Lago di Lugano.

    Morcote, TI

    Morcote sta collaborando con l'Università della Svizzera italiana nell'ambito del «Master in Sustainable Tourism (master in turismo sostenibile» per sviluppare un piano d’informazione digitale che sensibilizzi e premi i futuri visitatori e visitatrici per il loro comportamento sostenibile. Le turiste e i turisti informati possono ottenere premi che danno loro uno status preferenziale nei siti UNESCO.

    Morcote promuove anche il coinvolgimento del comune attraverso il piano di «Morcote Dialogo Ambiente», che incoraggia la partecipazione ai processi di pianificazione del villaggio. In occasione di questa serie di eventi, le esperte e gli esperti discutono di questioni ambientali, sviluppi, minacce e opportunità e sono poi a disposizione della popolazione per dialogare apertamente.

    Gli sforzi nell'ambito del progetto «Morcote Biosfera » si estendono al recupero di frutteti medicinali all'aperto, prati, uliveti e frutteti certificati con specie endemiche che arricchiscono il paesaggio originale e promuovono la produzione di prodotti biologici unici. Questo approccio innovativo non protegge solo la biodiversità, ma fa di Morcote un pioniere nell’ambito dei viaggi responsabili.

    Immagine: ©Svizzera Turismo / David und Kathrin Photography and Film GmbH

    Per sapere più
  • Morat, FR

    Nell'ambito del progetto «BIO Gemüse Seeland/Légumes Bio Seeland», Morat Tourisme promuove attivamente il turismo sostenibile e l'agricoltura biologica. Questa città medievale crea così un legame tra il turismo e la più grande regione agricola della Svizzera, il Seeland. Grazie a collaborazioni e offerte speciali, le visitatrici e i visitatori possono immergersi nella vita quotidiana delle aziende agricole biologiche e conoscere meglio le origini degli ortaggi come pure la crescente importanza di questa forma di agricoltura dolce.

    Inoltre, il “Festival des Lumières” è stato lanciato sei anni fa per rafforzare il turismo invernale e dare vita a un’offerta culturale. Il suo successo, con oltre 90.000 ospiti ogni anno, mette in evidenza l'attrattiva della località.

    Immagine: ©Pierre Cuony Photographie

    Per sapere più
  • Saas-Fee, VS

    Quando nel 1951 fu costruita l'autostrada per Saas-Fee, il villaggio glaciale decise di rimanere chiuso al traffico. Il concetto di assenza di auto non solo contribuisce a rendere l'atmosfera unica, ma anche a ridurre le emissioni. Un'altra caratteristica della regione è il lago artificiale di Mattmark, che garantisce un approvvigionamento idroelettrico trasversale nella Valle di Saas.

    Nel 2021, Saas-Fee ha ricevuto il marchio Energy City GOLD dall'associazione European Energy Award. Questo massimo riconoscimento europeo per l'energia e il clima richiede l'attuazione di almeno il 75 per centoel potenziale d'azione. Saas-Fee ha raggiunto un tasso di attuazione del 78,6 per cento.

    Anche Saastal Bergbahnen AG si sta concentrando sull'efficienza e sulle energie rinnovabili: Un progetto sostenuto dal programma di finanziamento Pro Kilowatt dell'Ufficio Federale dell'Energia sta facendo risparmiare fino al 75per cento di energia per il riscaldamento.

    Per sapere più
  • Saint-Ursanne, JU

    Con il progetto «Circuit Secret Gourmand», Saint-Ursanne ha creato un'iniziativa turistica innovativa per promuovere la gastronomia locale, sostenere le piccole imprese alimentari e preservare le tradizioni culinarie. Inoltre, un tour gastronomico permette di esplorare il patrimonio culinario del villaggio. La particolarità di questa iniziativa unica è che gli ospiti non sanno nulla del percorso o del villaggio fino al momento del loro arrivo.

    Un'altra iniziativa del villaggio «Ursinia, Giura 3 Laghi o Parc du Doubs» riunisce progetti comuni, mostre, workshop ed eventi per far conoscere le risorse culturali del villaggio e promuoverne il valore. Diversi progetti culturali sono dedicati alla conservazione e al restauro dei siti del patrimonio, dei punti emblematici e degli edifici storici, tra cui la ristrutturazione delle strade acciottolate e delle fontane della città.

    Immagine: ©Reto Duriet

    Per sapere più
  • Valposchiavo, GR

    Il progetto «100% Valposchiavo», lanciato dall'Valposchiavo Turismo, le associazioni contadine di Brusio e Poschiavo, l'associazione locale del commercio e dell'artigianato e l'organizzazione regionale per lo sviluppo. nel 2016, vuole offrire alle visitatrici e ai visitatori della Valposchiavo l'opportunità di assaporare le cose buone proprio nel punto da dove provengono. Tutti gli attori locali della catena del valore aggiunto, dalla produzione alla vendita finale, sono coinvolti in questa iniziativa per rendere i prodotti locali un'esperienza a tutto tondo. La creazione dei marchi e delle relative classi di qualità «100% Valposchiavo» e «Fait sü in Valposchiavo» permette di dichiarare l'origine dei prodotti e dei loro ingredienti.

    L'iniziativa è sostenuta dalla Carta «100% Valposchiavo», sottoscritta da 13 aziende della regione che s’impegnano a utilizzare prodotti locali e a promuoverne la vendita. L'economia circolare della valle ne risulta rafforzata in modo sostenibile. Combinando turismo, agricoltura e commercio, il valore aggiunto creato viene distribuito tra i vari settori coinvolti, rendendo il turismo un motore per l'economia locale e lo sviluppo rurale.

    Immagine: ©Svizzera Turismo / Adrian Greiter Photodesign

    Per sapere più

Organizzazioni partner

Federazione svizzera del turismo (FST) icon
SECO Segreteria di Stato dell'economia iconSvizzera Turismo icon
Romy Bacher, Leiterin Nachhaltigkeit

Il suo contatto

Romy Bacher

Responsabile della sostenibilità

+41 31 307 47 58 [email protected]

Newsletter

Iscriva subito alla nostra newsletter sulla sostenibilità e scopra cosa succede nel turismo sostenibile!

opzionale
opzionale
opzionale