Offensiva del Programma qualità in Ticino

La componente umana svolge un ruolo essenziale nel turismo. Con l'apprezzamento del franco il turismo svizzero può ancora meno competere sul prezzo, per cui la qualità dei servizi si fa più importante che mai. Il Programma qualità del turismo svizzero aiuta i prestatori di servizi turistici a migliorare la qualità e a farne il loro principale strumento competitivo.

Le ripercussioni della decisione della Banca nazionale svizzera si fanno sentire anche in Ticino e avranno un influsso persistente sull'intero settore. In collaborazione con l'Agenzia turistica ticinese – rappresentante regionale per la Q – l'ente di controllo del Programma qualità ha invitato a un colloquio gli attori turistici ticinesi per discutere della qualità in questo contesto. L'incontro informativo si è svolto il 7 maggio 2015 a Bellinzona.

Charles Barras dell'Agenzia turistica ticinese ha accolto a Castelgrande i rappresentanti delle principali organizzazioni di categoria ticinesi. Dopo aver analizzato la situazione del turismo svizzero, e in particolare di quello ticinese, ha parlato del ruolo della rappresentante regionale per la Q e della sua funzione informativa e di stimolo per la regione.

Il team per la Q proveniente da Berna ha presentato i principali dati, strumenti e vantaggi del Programma qualità. Fino al 31 dicembre 2014 sono stati assegnati complessivamente 7666 marchi di qualità, di cui 434 in Ticino. Nel confronto con le altre regioni turistiche della Svizzera il Ticino si situa all'8° posto. Più della metà dei marchi assegnati in Ticino concernono il ramo alberghiero. Tra le 11'114 persone che hanno frequentato i corsi dal 1998, quelle provenienti dal Ticino sono tuttora una piccola minoranza. In altri termini, sussiste indubbiamente un potenziale di miglioramento.

Progetti attuali e possibili offensive in Ticino

Poggiando su esempi di offensive attuali nell'ambito del Programma qualità sono state illustrate altre soluzioni possibili per sostenere la promozione della qualità nella regione.

  • Associazione dei musei svizzeri AMS
    Fino alla fine del 2015 i musei beneficiano di una riduzione del 20% sulla quota d'iscrizione ai corsi e sulle tasse d'esame
  • Parchi svizzeri
    Fino a fine agosto 2015 le aziende situate entro il perimetro del parco beneficiano di una riduzione del 50% sulle tasse d'esame
  • Offensive regionali
    Si pensa a offensive su larga scala come quella condotta attualmente da Tourisme neuchâtelois. Neuchâtel appoggia attivamente la promozione della qualità nel proprio Cantone. In particolare vengono organizzati corsi per Quality-Coach e Quality-Trainer con un incentivo: l'organizzazione turistica cantonale si assume la quota d'iscrizione ai corsi. 

Stato dei lavori di revisione del Programma qualità

Per far sì che il Programma rimanga attraente e vicino alla pratica, i suoi partner ne stanno attualmente rivedendo i contenuti. Nel pomeriggio, nell'ambito di un workshop congiunto si è discusso dell'attuale revisione del Programma qualità e di questioni dettagliate concernenti la formazione e i moduli. Durante l'incontro serale è stato illustrato lo stato attuale dei lavori di revisione, che dovrebbero concludersi entro la fine del 2016.

Il rinfresco successivo ha offerto l'occasione di approfondire queste tematiche e di allacciare nuovi contatti. Nella seconda giornata il team per la Q ha incontrato diverse aziende Q e rappresentanti del ramo per discutere dei progetti attuali e futuri. Il team ha quindi ripreso la strada di Berna arricchito di nuove idee e convinto della qualità dell'ospitalità ticinese.