Garanzia della qualità a livello regionale

Il Programma qualità del turismo svizzero è il risultato degli sforzi congiunti delle organizzazioni promotrici. Il suo radicamento nelle varie strutture turistiche, il suo sviluppo e attuazione dipendono fortemente da queste ultime e dalle loro numerose organizzazioni aderenti, quali associazioni locali o uffici regionali del turismo.

Ad esse compete come ruolo strategico il supporto e la promozione del Programma qualità a livello locale. Per ognuna delle 14 regioni turistiche della Svizzera è stato nominato un (una) rappresentante per la qualità. Tali rappresentanti regionali assistono nei controlli locali garantendo l’integrazione del programma nelle regioni.

I/Le rappresentanti regionali:

  • informano e danno impulso alla regione;
  • diffondono i criteri di qualità (p. es. tramite newsletter, campagne pubblicitarie, siti web ecc.;
  • informano e consigliano gli operatori turistici locali;
  • provvedono all’inserimento delle aziende insignite del marchio di qualità nel materiale informativo (opuscoli, siti web ecc.);
  • valorizzano le aziende insignite (pubblicità, eventi ecc.);
  • organizzano gli eventi ufficiali per l’assegnazione del marchio di qualità;
  • integrano il Programma qualità nei contenuti didattici per discenti.

Cindy Quéloz, responsabile del servizio Stampa e Comunicazione dell'Ente del turismo della Regione del lago di Ginevra (OTV), ci racconta le sue esperienze come rappresentante regionale per la qualità e illustra le varie misure messe in atto nella regione.

Come è stato inserito il tema qualità nella sua regione con riferimento alla strategia e all’offerta regionale o locale?
La nuova strategia mette in primo piano i prodotti turistici ad alto valore aggiunto e strettamente correlati tra loro, perché rientranti nella medesima catena del valore (settori di attività strategici) e pubblicizzati per ospiti affini. L’OTV dà quindi risalto a prodotti di alta qualità, innovativi e sostenibili (...). Tra l’altro, l’organizzazione turistica regionale sensibilizza destinazioni e aziende turistiche verso la qualità e le iniziative volte a migliorarla (specialmente mediante programmi e label di qualità). La nuova strategia valorizza anche e soprattutto quei prodotti che implementano un concetto di sviluppo sostenibile. Infine, le innovazioni turistiche generano un supplemento di valori nel Cantone che incrementano la domanda e di conseguenza la capacità concorrenziale. Le innovazioni interessano ogni livello: modelli aziendali, nuove tecnologie ecc. L’OTV ha per obiettivo il supporto e incentivazione delle innovazioni promosse dalle destinazioni e dai fornitori di servizi turistici.

Quali misure l’OTV ha attuato o sta attuando per incoraggiare gli operatori turistici a impegnarsi per la qualità delle loro prestazioni?
L’OTV sensibilizza i suoi partner al Programma qualità attraverso campagne di mailing indirizzate a tutti gli operatori turistici vodesi. Inoltre, le newsletter informano ampiamente sui corsi per Quality Coach/Trainer. Oggi quasi tutti gli uffici del turismo vodesi detengono il marchio di qualità.

Esistono a livello locale (organizzazioni mantello) delle iniziative congiunte volte a migliorare l’aspetto «qualità» in relazione ad assistenza e servizi a favore degli ospiti?
Il Programma Enjoy a Vevey è diretto a migliorare la qualità dell‘offerta. Villars Tourismus, già fortemente impegnata nella gestione della qualità con un marchio di livello III, sta per avviare una campagna per la sensibilizzazione di fornitori di servizi turistici e ospiti. In questo contesto, assieme a vari operatori turistici della destinazione si è dato vita a un «tavolo verde» che dovrà stimolare delle riflessioni in materia di ecologia e turismo per poi mettere a punto un progetto turistico ecocompatibile. Il progetto di turismo enologico del Canton Vaud include una Carta della Qualità che dovrà consentire di migliorare la qualità dei servizi in questo settore specifico..

Quali misure ha adottato per mettere in evidenza i fornitori di servizi turistici che si stanno impegnando a favore della qualità o che hanno ottenuto una certificazione nell’ambito del Programma qualità?
Ognuna delle nostre assemblee generali prevede una cerimonia attinente al label di qualità. Le aziende insignite vi vengono invitate e in quell’occasione ricevono un ringraziamento ufficiale per il loro impegno a favore della qualità.

Nelle vostre pubblicazioni utilizzate il materiale illustrativo del Programma qualità?
Sì, esso viene impiegato per tutti i nostri veicoli di comunicazione nell’attività di relazioni pubbliche, come pure in opuscoli e messaggi pubblicitari.

Secondo lei, nella Regione del lago di Ginevra, in quali rami o settori parziali del turismo esiste ancora del potenziale per il Programma qualità?
Penso soprattutto a operatori come i musei e le imprese di trasporto turistico. Alcuni tra loro hanno già elaborato il label, ma in questo settore esiste tuttora un notevole potenziale.

Con la soppressione del corso minimo dell’euro, Svizzera Turismo raccomanda di «portare avanti una metodica strategia di innovazione e di qualità». Sono previste nel Canton Vaud delle iniziative concrete a questo riguardo?
Ovviamente, nello sviluppo dell’offerta turistica la qualità rimane un tema centrale che sta continuando a essere oggetto di attente considerazioni.

Al fine dell’acquisizione del maggior numero possibile di operatori turistici e di un’efficiente gestione della qualità, il coinvolgimento dei/delle rappresentanti regionali, ma anche delle organizzazioni promotrici, è un fattore decisivo di promozione e di stabile affermazione del Programma qualità. La Federazione svizzera del turismo continuerà la sua già ora positiva collaborazione e a promuovere ogni iniziativa finalizzata al rafforzamento della qualità dei servizi e dell’offerta turistica.

Un sentito ringraziamento a Cindy Quéloz per il suo resoconto.

contatto:

Cindy Queloz
Ente del turismo della Regione del lago di Ginevra (OTV)
Av. d’Ouchy 60 | 1000 Lausanne
queloz@region-du-leman.ch
Tel. 021 613 26 21 

 

informazioni complementari